Tre le linee guida che ispirano il progetto d’istituto:

  • FLESSIBILITÀ e personalizzazione del curricolo
  • INNOVAZIONE
  • valorizzazione delle ECCELLENZE.

Negli ultimi tre anni e sulla scorta di una riflessione e dibattito iniziati già dall’a.s. 2014/15 su innovazione, metodologie didattiche cooperative, project based learning (apprendimento basato su progetti), uso delle tecnologie si sono realizzate una serie di progettualità e di visite studio realizzate sia in scuole italiane che estere.
Da queste esperienze e dalle analisi condotte sugli esiti di apprendimento degli studenti, l’idea di realizzare un progetto sperimentale per l’a.s. 2016/17, seguendo i principi della didattica costruttivista e prevedendo di implementare un nuovo setting d'aula in nome della flessibilità: di qui il progetto NUOVI AMBIENTI DI APPRENDIMENTO partito dal SETTEMBRE 2016 e sostenuto sia dal Dipartimento della conoscenza che da Iprase, l’ente di ricerca educativa trentino. E’ stata assegnata un’aula a uno o più docenti della medesima disciplina onde esaltare la dimensione del design e del setting connessi agli obiettivi didattici perseguiti: sono gli studenti a spostarsi dall’aula di italiano a quella di matematica, di inglese e così via, come accade nelle scuole superiori di tutta Europa.
La riorganizzazione dell'aula, finora pensata come uno spazio per una didattica prevalentemente frontale ed erogativa, prevede UNA MAGGIORE ELASTICITÀ DEGLI SPAZI, DEI TEMPI E DELLE MODALITÀ DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO.



Il ruolo stesso del docente nel nuovo ambiente di apprendimento cambia: il docente diventa il regista di un nuovo modo di insegnamento/apprendimento basato su nuove pratiche didattiche che facilitino la COOPERAZIONE, IL COINVOLGIMENTO ATTIVO, L'AUTONOMIA E LA RIFLESSIVITÀ.
Se facciamo una sintesi dell’ambiente costruttivista di apprendimento abbiamo questo quadro:

La concezione DELL’APPRENDIMENTO: si abbandona il concetto di verità e trasmissione del sapere, a favore del con-senso raggiunto attraverso il confronto e il dialogo

Il ruolo del DISCENTE: il processo di apprendimento viene personalizzato attraverso un ruolo attivo e responsabile, promuovendo l’autonomia personale e la autoregolamentazione sull’apprendimento

  • La dimensione SOCIALE: si inserisce l’apprendimento in una esperienza sociale come avviene nelle situazioni reali, favorendo un forte senso di appartenenza alla comunità di apprendimento
    Un sistema articolato di RISORSE e supporti: i materiali devono essere rilevanti e ancorati a situazioni realistiche
  • Il COMPITO: incoraggiare l’articolazione, la presentazione di idee, di strategie e soluzioni diverse
  • L’AUTOCONSAPEVOLEZZA del processo di costruzione della conoscenza: sostenere l’intenzionalità del processo d’apprendimento proponendo attività che sviluppino motivazioni intrinseche; sviluppare attività metacognitive offrendo costanti opportunità di riflessione e feedback sui contenuti e sui processi d’apprendimento.

In secondo luogo, in tutte le classi prime (che invece non si spostano e hanno un’aula fissa tutto l’anno) un team di docenti sperimenta la costituzione di gruppi stabili di apprendimento, validi per tutto l’a.s., di 5/6 studenti, omogeneamente eterogenei nella classe quanto a talenti e attitudini.

I ragazzi cooperano tra di loro nello svolgimento dei compiti o nella elaborazione di quanto proposto dal docente che valuta, quindi, non solo la prestazione, come avviene solitamente, ma anche il processo di interazione, l’errore come fonte generativa di conoscenza, le competenze trasversali emergenti.
Ben sei le linee di formazione proposte nel 2016 per supportare i docenti in queste sperimentazioni, dalla flipped classroom alla valutazione per competenze, dalle nuove tecnologie e app didattiche alla comunicazione efficace.
Gli alunni, insomma, sono il centro e i veri protagonisti della scuola.
Accanto ai pilastri chiave: innovazione e personalizzazione, attorno ai quali ruota il senso dell’azione educativa, l’Istituto offre un’ampia articolazione di proposte e opportunità tra loro coordinate per approfondire e potenziare le conoscenze attraverso una didattica disciplinare e multidisciplinare interattiva e generativa di ulteriori saperi, attraverso il lavoro in gruppi-classe e in gruppi di interesse, compresenze, scambio di esperienze sia locali che europee ed extraeuropee.
Attiva dal 2015 la MODULARIZZAZIONE annua delle scienze biologiche, chimiche e fisiche nel biennio dell’ITT, finalizzata a focalizzare l’attenzione degli studenti “una materia alla volta” in scansioni di 11 settimane ciascuna.

L’Istituto è impegnato a promuovere negli studenti abilità, attitudini e talenti nonché tutte le possibili azioni di recupero di situazioni di difficoltà e svantaggio, di sostegno e consolidamento. Ciò attraverso lo SPORTELLO individuale, attivo da Ottobre a Maggio, cui lo studente si prenota dall’area riservata del sito.
L’Istituto promuove altresì la costruzione di percorsi che stimolino la motivazione allo studio e che valorizzino il patrimonio personale di ogni studente facendone emergere e potenziandone i talenti. Si citano i corsi di CERTIFICAZIONE linguistica, i corsi di tedesco opzionale per gli indirizzi che lo abbandonano come materia curriculare dopo il biennio, i corsi finalizzati all’accesso alle facoltà scientifiche, le Olimpiadi, i corsi ECDL (la scuola è test center ufficiale AICA).
L’Istituto attraverso la professionalità dei docenti sviluppa un’azione educativa nell’ottica di un orientamento formativo che accompagna lo studente verso scelte sempre più motivate, significative, personali e consapevoli. A pieno regime dal 2016 lo STAGE curriculare di due settimana per tutte le classi terze e quarte, nella consapevolezza della necessità di accorciare la filiera scuola-lavoro-università. Differenziati e stimolanti anche gli stage estivi, effettuati nel 2016 da tutti gli studenti delle terze e un buon numero delle quarte.
L’alternanza scuola-lavoro è poi completata da significativi progetti d’indirizzo nei quali prevale la dimensione del fare e del reale, quali la COOPERATIVA FORMATIVA SCOLASTICA impegnata nelle redazione di un bilancio di sostenibilità di un’azienda partner del territorio, la COSTRUZIONE DI UN AEROMOBILE acquistato in kit di montaggio, le numerosissime collaborazioni con oltre 100 aziende ed enti privati e pubblici.
Particolarmente curata l’educazione linguistica. Sono presenti docenti madrelingua e sono attivi insegnamenti CLIL di matematica, fisica, storia, storia dell’arte, logistica, meccanica, scienze umane, scienze motorie.  Attivi gemellaggi e scambi con Lienz in Austria, Schwalbach e Gottingen in Germania.
Ogni persona che compone la comunità scolastica cura con particolare attenzione le dinamiche comunicative fra le persone e la trasparenza nelle procedure. A tal proposito la scuola ha aderito dal 2015 al programma GOOGLE APPS FOR EDUCATION integrando nel dominio @martinomartini.eu tutta la comunità: docenti, studenti, genitori, personale Ata; non viene solo fornita una casella di posta elettronica, ma la possibilità di condividere documenti, di erogare didattica a distanza, di costruire classi virtuali con le App del mondo Google.
Inoltre il REGISTRO ELETTRONICO Didanet (CINECA) condente di monitorare in tempo reale i processi didattici e valutativi a docenti, studenti, famiglie, nella massima trasparenza e immediatezza.
Completano i servizi digitali il sito e la sua area riservata nella quale sono caricati materiali di interesse per docenti e studenti, nonché form utili per la programmazione dei viaggi d’istruzione, iscrizione agli sportelli studenti, richiesta assemblea di classe.
La scuola offre così un servizio integrato di comunicazione: fornisce le credenziali al Registro elettronico, con le medesime credenziali gli studenti accedono all’area riservata del sito e alla rete delle macchine Pc a scuola e ancora il medesimo login costituisce il nome utente della mail @martinomartini.eu, utilizzabile per comunicare coi docenti, col dirigente scolastico, con i compagni.
Infine l’istituto è dotato di:

  • collegamento via cavo nell’intero edificio
  • connessione WIFI dappertutto, ulteriormente implementata nel 2015 con ulteriori punti rete e nuovi access point (due reti presenti: utenti e ospiti)
  • 4 LABORATORI di informatica e 1 carrello con 20 portatili
  • 8 LABORATORI di biologia, microscopia, chimica, fisica, logistica, elettronica, meccanica, disegno.

In allegato la brochure dell'offerta formativa con i quadri orari di tutti gli indirizzi.

Allegati:
Scarica questo file (POF28pagine.pdf)POF28pagine.pdf[ ]3651 kB