Menu
IMG 0047Il giorno 21 aprile 2016, una rappresentanza delle classi serali del nostro Istituto si è recata, per una visita aziendale, a Bolzano e a Rovereto.
Nel capoluogo altoatesino abbiamo potuto ammirare l’incredibile capacità con cui l’azienda “MILA” produce e confeziona latticini e derivati, combinando insieme macchinari all’avanguardia e tecniche tradizionali, oltre che una materia prima fresca, proveniente solo da pascoli e fattorie locali. Questa prima visita ha avuto come guida un esperto del settore caseario e dei latticini, il quale, avendo lavorato per MILA dal 1977, ha saputo sapientemente accompagnarci durante tutto il percorso di come avviene la produzione e quali macchinari e tecniche vengono impiegati. Oltre alle spiegazioni pratiche, abbiamo ricevuto anche alcune piccole nozioni riguardanti la storia dell’azienda altoatesina, la quale nacque negli anni ‘50 dalla cooperazione degli allevatori locali e che divenne in breve tempo un’impresa di successo sia dal punto di vista della concretezza dei risultati economici che per il livello di qualità raggiunto dai suoi prodotti.

La visita a Rovereto all’interno degli stabilimenti della “MARZADRO SPA” è stata guidata da una dei soci, Fabiola, nonché figlia del fondatore dell’azienda Andrea Marzadro, la quale ci ha incantato con un’efficace spiegazione sui particolari metodi con cui viene prodotta la grappa, creazione principale dell’impresa roveretana. È stato spiegato in maniera concreta il successo che la grappa sta ottenendo non solo in Italia, ma in tutta Europa. Essa da prodotto derivante dagli scarti (poiché realizzata dalla distillazione delle vinacce) è trasformata in una primizia che si stappa e si degusta solo sulle migliori tavole. Marzadro si può vantare di creare un distillato di elevatissima qualità, premiato anche a livello internazionale, ottenendo numerosi riconoscimenti. Il motivo di tali risultati risiede nella passione che i soci dell’azienda hanno per il loro lavoro, che consiste non solo nell’utilizzo di particolari alambicchi per la distillazione, ma anche nella promozione pubblicitaria del prodotto e nell’innovazione dei metodi di realizzazione della grappa. Un esempio particolarmente significativo e che fa capire quale sia il livello di innovazione di “Marzadro” è quello della grappa conservata nelle anfore di creta, che assume un gusto e un aroma particolare che la rendono unica.

La serata si è conclusa in Aula Magna con la proiezione del film “La grande scommessa”, film drammatico basato su una storia vera riguardante la gigantesca "bolla" cresciuta in seno al mercato immobiliare e destinata a scoppiare un paio d'anni dopo con effetti disastrosi sull’economia mondiale.

Eric Paoli 4°AFMS