Menu
DP12102018 5356 imagefullwideIl Festival dello Sport è l’occasione per incontrare campioni e protagonisti dello sport mondiale di ieri e di oggi. Ma è anche l’occasione per grandi e piccoli di praticarlo: infatti, le piazze della città di Trento sono state trasformate in camp sportivi dove potersi mettere alla prova in sfide divertenti ed entusiasmanti. Anche in questo caso il numero dei partecipanti è già da record, a testimonianza del successo di questa prima edizione.
Dopo la cerimonia di apertura di giovedì sera, Trento si è svegliata venerdì mattina colorata del rosa del Festival dello Sport. La città diventa così per qualche giorno una città olimpica con tante pratiche sportive che convivono nelle piazze della città con straordinari protagonisti della storia sportiva del nostro Paese. Venerdì mattina una sonnolenta Piazza Duomo è stata scossa dal rombo della storica Morini 175 Settebello guidata da Giacomo Agostini che, a cinquantasei anni dalla sua grande vittoria nella Trento-Bondone del 1962, tra la calca della folla è partito nuovamente verso il Bondone per una rievocazione storica di quella sua grande impresa. Intanto, poco più in là, sul camp della scherma, sulle quattro pedane installate per l’occasione, si sfidano a colpi di sciabola molti studenti sotto la guida di allenatori che sanno trasmettere l’entusiasmo per una delle discipline di maggior successo del nostro Paese: così, stoccata dopo stoccata gli alunni delle varie scuole si avvicinano al mondo della scherma. Questo clima fatto di sport e divertimento si respira per tutto il centro storico: ogni piazza e palazzo diventano così uno scenario perfetto per incontrare grandi atleti e per vivere lo sport con i numerosi eventi del programma del Festival. Qui, grazie alla sapiente organizzazione dalle Federazioni e dalle società sportive, sono stati attrezzati tanti camp dove gli studenti delle scuole elementari e medie della città hanno la possibilità di mettersi in gioco con le varie attività sportive. Così, oltre alla scherma in Piazza Duomo, in Piazza Dante si trovano le piste da pump truck che mettono alla prova, tra una rampa e l’altra, anche i più piccoli; caschetti e protezioni per tutti i bimbi delle numerose scuole trentine presenti per potersi divertire con la bici tra curve e saliscendi in completa sicurezza. I giardini di piazza Dante si sono trasformati in un piccolo stadio di atletica proprio nel cuore della città, dove centinaia di piccoli atleti si sfidano in gare di corsa. Intanto in Piazza Fiera Giacomo Galanda, medaglia d'argento olimpica ad Atene 2004, si mette a disposizione dei tanti appassionati accorsi per giocare a basket, giocando con i bambini, firmando autografi o regalando tanti consigli. Sull'altro lato della piazza si possono ammirare entusiasmanti sfide di volley, con i bambini che tentano di emulare i più famosi Giannelli e compagni. In Piazza Santa Maria Maggiore tre pareti di roccia, istallate per l'evento, sono illuminate da un sole splendente, che le fa sembrare le meravigliose Dolomiti. Accompagnati dell'entusiasmo del pubblico i più giovani si sono fatti coraggio nello scalare le pareti, dimostrando il talento innato dei Trentini negli sport di montagna. Sorrisi, divertimento, passione per lo sport: le piazze della città di Trento diventano camp dove lo sport è davvero protagonista nelle giornate dei bambini.